LISTA CIVICA 

BUSCATE POSSIBILE

Un’alternativa esiste e possiamo costruirla insieme

COME?

Unendo tutti i cittadini che hanno come obiettivo il bene comune






IN EVIDENZA

11/10/2018 - Ieri sera si è riunita per la prima volta presso la sede del Comune la Commissione Energia/Ambiente in seduta pubblica e aperta al pubblico. ...LEGGI

24/09/2018 - Interventi di manutenzione urgenti finanziati dalla Regione Lombardia, un'opportunità per i piccoli comuni ...CONTINUA A LEGGERE

08/08/2018 - Proposta di Legge d'iniziativa popolare per l’educazione alla cittadinanza come materia autonoma nelle scuole ...CONTINUA A LEGGERE

21/07/2018 - Lunedì 23/07/2018 alle ore 21.00 è convocato il Consiglio Comunale in seduta straordinaria. ...CONTINUA A LEGGERE

28/06/2018 - Dal 22 giugno tutti i cittadini maggiorenni residenti a Buscate possono sottoscrivere il cosiddetto "testamento biologico" e depositarlo presso il Comune iscrivendolo nel "registro comunale dei testamenti biologici" ...CONTINUA A LEGGERE

01/06/2018 - Non tutti i cittadini di Buscate sanno che l'Amministrazione Merlotti in carica ha avviato un progetto di rifacimento totale dell'illuminazione pubblica del paese utilizzando la forma del "project financing" ...CONTINUA A LEGGERE

22/05/2018 - Giovedì 17 maggio si è svolto il Consiglio Comunale con un ordine del giorno che prevedeva 17 punti in discussione e che per questo si è protratto per ben sei ore fino a notte inoltrata. Ecco i punti principali e la posizione di Buscate Possibile. ...CONTINUA A LEGGERE

16/05/2018 - E' stato aggiunto un ulteriore punto all'ordine del giorno del Consiglio Comunale di Giovedì 17/05/2018, relativo al Regolamento per l'istituzione e per la disciplina del Registro del Testamento Biologico. ...CONTINUA A LEGGERE

11/05/2018 - Giovedì 17 maggio 2018 alle ore 20:15 è convocato il Consiglio Comunale con 16 punti all'ordine del giorno tra cui la discussione di quattro interpellanze presentate da Buscate Possibile. ...CONTINUA A LEGGERE

06/04/2018 - Consiglio Comunale del 04/04/2018 con un unico punto all'ordine del giorno, l'approvazione di una variazione al piano delle consulenze con l'impegno di 3.000 euro per pagare un tecnico esterno che possa affiancare un nuovo dipendente condiviso con il comune di Cuggiono nello svolgimento delle pratiche che necessitano di autorizzazione paesaggistica. ...CONTINUA A LEGGERE

02/03/2018 - Siamo rimasti esterrefatti dalle parole pronunciate dal Sindaco sul penultimo punto all'o.d.g. del Consiglio Comunale del 27-02-2018 "Gettone di presenza consiglieri comunali" ...CONTINUA A LEGGERE

02/03/2018 - Dichiarazione di voto della lista Buscate Possibile sul Bilancio di Previsione 2018/2020”. ...CONTINUA A LEGGERE

21/02/2018 - Martedì 27/02/2018 alle ore 21.00 è convocato il Consiglio Comunale in seduta straordinaria. ...CONTINUA A LEGGERE

19/02/2018 - I consiglieri comunali dei gruppi "Obiettivo Comune", "Insieme per Buscate, il bene di tutti" e "Buscate Possibile" hanno formalizzato la rinuncia al gettone di presenza previsto per il quinquennio 2016/2021 ...CONTINUA A LEGGERE

19/12/2017 - Il primo punto all'ordine del giorno del consiglio comunale svoltosi il 16/12 era relativo alla proroga fino al 31/12/2018 della Convenzione in essere con il Comune di Nosate per la gestione associata obbligatoria di alcune funzioni comunali ...CONTINUA A LEGGERE

16/12/2017 - Un po' di fantapolitica ...CONTINUA A LEGGERE

12/12/2017 - Sabato 16/12/2017 alle ore 9.30 è convocato il Consiglio Comunale in seduta straordinaria. ...CONTINUA A LEGGERE

02/12/2017 - COMUNICATO STAMPA - Facendo riferimento all’articolo apparso in data 1/12 u.s. su Libera Stampa l’Altomilanese, dal titolo “Sinistra-Merlotti, una strana armonia. L’opposizione vota a favore della giunta” si precisa che ...CONTINUA A LEGGERE

18/06/2017 - Migranti, una decisione miope.

Con rammarico abbiamo appreso che il sindaco di Buscate, dopo l’arrivo dei chiarimenti chiesti alla Prefettura, alla fine ha deciso di non firmare il protocollo per l’accoglienza dei migranti, allineandosi di fatto a quelli (in realtà la minoranza) che nell’area della città metropolitana di Milano hanno rifiutato di firmare a priori.

Una cosa è certa: occorre prendere atto di essere di fronte ad una svolta epocale per gli equilibri sociali del mondo e l’unico modo per vincere queste sfide è gestirle fin dall’inizio e non far finta che non esistano.

È inutile nascondere la testa sotto la sabbia, la questione va affrontata, ma per affrontare efficacemente una problematica come questa occorre esserci, condividere con le istituzioni la gestione dell’accoglienza come parte attiva e non assumere posizioni ostruzionistiche solo per non scontentare una parte del proprio elettorato, posizioni che soddisfano calcoli politici ma lasciano l’ente in balia delle decisioni altrui.

Dobbiamo renderci conto che nei prossimi anni il mondo non sarà più come lo conosciamo, che nasconderci dietro ai muri è un errore e che le decisioni come quelle assunte dal sindaco di Buscate sono tutt’altro che lungimiranti

In occasione dell’assemblea pubblica sul tema abbiamo ribadito la nostra posizione sottolineando che, sicuramente siamo di fronte ad un atteggiamento impositivo del prefetto, ma allo stesso tempo riteniamo che sia meglio agire in modo coordinato con il territorio piuttosto che trovarsi impreparati di fronte ad un invio di migranti che comunque il Prefetto potrebbe disporre d’imperio. Perché una cosa è certa: la non sottoscrizione del protocollo non evita l’accoglienza che in ogni caso dovrà essere garantita; si tratta di scegliere se esserne parte attiva o subirla passivamente. Se la preoccupazione è quella di trovare una Buscate incapace di realizzare una vera integrazione, a maggior ragione la sottoscrizione del protocollo garantirebbe l’attuazione di progetti che permetterebbero a queste persone di essere una risorsa e non un “peso” per il nostro paese e in generale per la società.

La prima parte della serata è stata dedicata ai vari passaggi che questo protocollo ha dovuto attraversare prima di arrivare alla versione definitiva, e solo dopo un intervento dal pubblico che lo richiedeva si è entrati nel merito della spiegazione del protocollo. Ci è stato spiegato che la firma si nega perché il documento è troppo fumoso e non dà garanzie: ma non è lo stesso protocollo che il mese di aprile si voleva firmare invocando lo spirito di accoglienza e umanitario che deve animare ognuno di noi? Si parla di dubbi interpretativi non risolti e poi si fa ricorso al solito populismo su “come possiamo giustificare l’accoglienza diffusa di fronte a degli italiani bisognosi”. Ma considerazioni come queste non potevano essere fatte anche mesi fa? Siamo o no favorevoli all’accoglienza?

Come ci è stato ribadito più volte, la politica non avrà influenzato questa decisione, ma i dati parlano chiaro e basta guardare i colori delle amministrazione che non hanno aderito al protocollo per trarre delle conclusioni. Ad ognuno la sua interpretazione…

dal 1 ottobre 2016

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Nullam porttitor augue a turpis porttitor maximus. Nulla luctus elementum felis, sit amet condimentum lectus rutrum eget.